NUTRIBULLET TREVISO – VEF RIGA 91-85
Nutribullet: Russell 11 (3/6, 1/3), Casarin 3 (0/2, 1/1), Sokolowski 14 (2/4, 2/4), Akele 9 (3/6, 1/3), Sims 20 (6/8, 1/1); Bortolani 8 (1/2, 2/3), Chillo, Dimsa 16 (6/8, 1/4), Jones 10 (2/3, 2/3). Ne: Pellizzari, Poser, Faggian. All.: Menetti
VEF: Zoriks 10 (2/5, 2/7), Ate 2 (1/2, 0/1), Walker 21 (2/3, 5/7), Miska 0 (0/2 da 2), Madsen 8 (4/7, 0/1); Hammonds 5 (1/3, 1/1), Curry 13 (2/7, 3/5), Riley 17 (0/1, 5/8), Gromovs 2 (1/3 da 2), Gulbis 7 (2/3, 1/1). Ne: Krumins. All.: Gailitis
ARBITRI: Horozov (BUL), Bissuel (FRA), Zupancic (SLO)
NOTE: pq 23-22, sq 42-52, tq 65-64. T.l.: TV 12/14, VEF 4/6. Da 2: TV 23/39, VEF 15/36. Da 3: TV 11/22, VEF 17/31. Rimbalzi: TV 9+25 (Sims 1+5), VEF 10+17 (Madsen 1+6). Assist: TV 26 (Russell 10), VEF 22 (Ate 5). Perse: TV 18, VEF 16. Recuperi: TV 8, VEF 9. Fallo antisportivo a Hammonds al 27’07” (57-56) e a Walker al 35’43” (77-77). Spettatori 1353.

Dopo aver vinto il Qualification Round la squadra di Max Menetti torna al Palaverde ma stavolta per la prima storica partita di Regular Season di Basketball Champions League contro i lettoni del Riga. Una vera e propria battaglia come era nelle previsioni, vinta alla fine dopo aver sudato le proverbiali sette camicie dalla squadra biancoazzurra che ha così celebrato il ritorno in Europa di Treviso nel migliore dei modi. Sale a 10 vittorie su 11 gare la fantastica striscia di inizio stagione del team Nutribullet che ora tornerà in Champions martedì 19 sul campo dell’AEK Atene.
Per il VEF coach Galitiis sceglie di iniziare con Zoriks, Walker, Miska, Ate e Madsen  la Nutribullet TVB risponde con Russel, Casarin, Sokoloski, Akele e Sims.
PRIMO QUARTO
Walker Scalda la retina subito con una bomba, segnerà i primi 13 punti della sua squadra. Sims risponde alla sua maniera: prima dalla sua mattonella, il “mid range” e poi con un giocata in post basso, ma Walker è caldo e piazza un’altra bomba, a cui fa seguito quella di Akele che tiene TVB in parità 6 a 6 dopo 2′ di gioco. La squadra di casa si riavvicina, ma a spegnere l’entusiasmo è di nuovo Walker che, lasciato troppo solo, non sbaglia la tripla dell’ 8-13. Coach Menetti ferma il match con il primo time out dopo 4′. Stop anf go e un Nicola Akele in serata frizzante inizia un match da protagonista, è lui a suonare la carica: prima attacca il ferro con un efficace gancio , poi dà energia a tutto campo rivitalizzando il team di casa. Tocca a Casarin, lanciato in quintetto, centrare il pareggio a 13 punti con una bella tripla. Dopo una conclusione dalla lunga di Akele, Jones e Dimsa entrano prepotentemente nel match: il primo stoppa, il secondo segna in prenetrazione. Ancora Jones risponde con una bomba tutta personalità ai tentativi di strappo del Riga, poi schiaccia uno spettacolare alley oop grazie all’assist volante di un Russel che per tutta la gara distruibuirà palloni per facili canestri ai compagni. Gulbis mette il canestro finale per Roga fa andare le squadre al primo mini-riposo sul 23-22 per i padroni di casa

SECONDO QUARTO
Ci si aspettava una partita fisica e la battaglia cresce di tono, le squadre fanno scintille, ma il VEF piazza subito un parziale di 5 a 0 con la bomba di Riley ed il contropiede di Curry. La Nutribullet dopo aver faticato risponde con un controparziale di 6 a 0 grazie alle triple in serie di Bortolani e Dimsa, vantaggio 29-27 e Riga chiama il time out con 7’16” da giocare. “Jordan” Bortolani esce piu carico di tutti dall’interruzione: ruba palla e vola a schiacciare. I lettoni continuano però a stare a contatto grazie al tiro dalla lunga, poi continuano a martellare e ritrovano il vantaggio 36-39 al 17′. Un attimo di distrazione e gli avversari tornano di prepotenza. Coach Menetti annusa il pericolo e chiede time out. Weezy Russel accende il turbo e segna i suoi primi due punti, ma Riga non sbaglia più un tiro: Madsen e Walker iniziano il parziale finale che ammutolisce il Palaverde, con TVB che sprofonda sotto la pioggia di triple fino a -12 (40-52). Sims chiude con un 2/2 dalla lunetta per il -10 che chiude il secondo quarto 42-52. Riga va all’intervallo con un super 10/19 (chiuderà con 17/31) da 3 dopo i primi 20′.

TERZO QUARTO
Al rientro TVB ha la faccia giusta, l’intervallo è stato foriero di buoni consigli, Russell e compagni partono bene. Il polacco caliente Sokoloski (14 + 6 rimbalzi alla fine) infiamma il Palaverde con due triple, mentre Nicola Akele furoreggia in difesa e a rimbalzo, dopo 1’20” TVB torna a -4 (48-52) ed è timeout immediato per gli ospiti. Riga si sblocca con Madsen di tabella e la difesa trevigiana si fa più stretta facendo perdere palla agli avversari e andando a segnare con Akele dopo un’ottima triangolazione offensiva. I lettoni però rispondono e tengono il +6 dimostrandosi squadra di rango, ma c’è il pubblico (1353 al Palaverde) a suonare la carica aiutando una difesa trevigiana salita di tono rispetto ai primi minuti: TVB mette energia dietro e attacca di squadra, tornando in vantaggio:  Tomas Dimsa si infiamma nel finale con 4 punti consecutivi in penetrazione e una stoppata, intervallati da un’altra bomba di Aaron Jones: sorpasso 57-56 con 3’20” da giocare nel terzo quarto. Ancora Dimsa recupera palla e subisce antisportivo, 1/2, ma il possesso successivo porta Russel in lunetta per il +4 (60-56). Aaron Jones continua a dettare legge sotto canestro (10 punti, 6 rimbalzi e 2 stoppate nel match), vola a stoppare e così Russel può sparare la bomba del +7 (63-56). I lettoni non mollano, la reazione è veemente, Walker e compagni ritrovano la mira, anche con soluzione estemporanee e con un’altra serie di bombe costringono coach Menetti a fermare il gioco con gli ospiti di nuovo incollati: 63-62 con 1’27” sul cronometro. TVB con il doppio lungo Sims-Jones fronteggia bene in area la potenza dei lettoni e la gara è sempre sul filo del rasoio. Si chiude il terzo quarto con TVB che ha ribaltato i conti: 65-64, il match si deciderà in volata.

QUARTO QUARTO
TVB prova a partire forte ma la fisicità dei lettoni si fa sentire, nel momento del bisogno viene fuori ancora una volta Henry Sims che fa valere la sua classe e fa sfracelli nell’area avversaria (chiuderà con 20 punti, 6 rimbalzi e 8/9 al tiro). L’ex Sixers risulterà l’uomo in più per la squadra di casa, bravo dopo un difficile inizio a trovare il momento giusto per fare la differenza sotto canestro. Con il suo totem che continua a guidare la squadra sia in attacco che in difesa il pubblico esplode al break che manda avanti la squadra di coach Menetti. Timeout Riga con 7’07” da giocare sul 75-70 TVB. L’atmosfera di fa sempre più rovente, ma l’entusiasmo del Palaverde viene gelato dai baltici che non smettono di trovare risorse per tornare sotto: il bombardamento lettone continua, stavolta è Zoriks a pungere e tocca a Sokoloski guadagnarsi due punti per restare avanti. Il Riga fino all’ultimo continua a lottare sotto le plance ed il punteggio si fissa sul 77-75. Sims mette via il fioretto e va di muscoli guadagnando un extrapossesso che porta al fallo antisportivo di Walker su Sokoloski (bene stasera anche da play aggiunto), 2/2, poi un’essenziale Dimsa (16 punti e 7/12 dal campo, altra prestazione solida del lituano) completa il 4-0 di parziale. Fatta? Neanche per sogno, il solito Walker torna a fatturare da 3 ed è tutto da rifare (81-80). Quarto fallo di Russel , ma proprio lui tra i giganti guadagna il rimbalzo che poi porta ad altri due punti di Sims. La Nutribullet difende alla morte e costringe Riga a sbagliare, il Palaverde esplode dopo la combinazione Weezy-Aaron Jones che schiaccia l’87 a 80 a 2’03” dal termine. Pubblico in ebollizione. Time out Riga che ora cerca di accelerare con Riley che subisce il fallo e fa 2/2, poi è la tripla di Curry che riavvicina gli ospiti pericolosamente, 87-85. TVB non molla e vuole vincere questo esordio, il finale è tutto di marca trevigiana: Tomas Dimsa segna ancora lanciandosi a canestro, Soko ruba palla dalla rimessa, il finale è una corrida mozzafiato. La difesa continua a fare il suo dovere e manda in tilt l’attacco baltico, Nicola Akele è ovunque (9 punti e 5 rimbalzi), poi arriva Russel che gioca un finale da leader (11 punti e 10 assist nel suo score!), si prende la responsablità e segna il lay up del definitivo 91 a 85. il VEF ci prova fino in fondo, ma il carattere della squadra trevigiana fa saltare di gioia i tifosi che possono festeggiare una storica prima ,sofferta, ma bellissima vittoria della Nutribullet nelle coppe europee.

(Foto M.Gregolin)

INTERVISTE E HIGHLIHTS SULLA PAGINA FACEBOOK DI TREVISO BASKET E SUL CANALE YOUTUBE DELLA BASKETBALL CHAMPIONS LEAGUE