DE’ LONGHI TVB – CONSULTINVEST BOLOGNA: LE INTERVISTE POST PARTITA

La De’ Longhi torna a sorridere grazie ad una vittoria conquistata con grande impegno contro la Fortitudo Bologna. Treviso è sempre stata in vantaggio ed è riuscita a vincere questa sentitissima partita per 84-74. La prossima sfida per Fantinelli e compagni sarà in quel di Udine domenica 10 dicembre alle ore 19. Si torna al PalaVerde domenica 17 dicembre alle 18.


Stefano Pillastrini, coach della De’ Longhi Treviso Basket:

“Siamo stati bravi dal primo all’ultimo minuto. Nel terzo quarto abbiamo preso tre bombe consecutive, di cui due evitabili; tuttavia abbiamo reagito con grande veemenza, conquistando più rimbalzi di loro e giocando con intelligenza. Avremo bisogno di continuità e ora è importante dare seguito a questa partita con un filotto di vittorie. I nostri obiettivi sono quelli di far meglio in difesa e nei passaggi e sotto questo punto di vista oggi ho visto miglioramenti. Il pubblico ci ha dato una grandissima mano, era un appuntamento speciale e anche i giocatori ci tenevano molto. Bruttini? Non ho capito se abbia preso una botta o uno stiramento all’inguine; fatto sta che non poteva continuare la partita. Stiamo cercando di diventare una squadra di alto livello, ma abbiamo ancora dei cali di concentrazione: dobbiamo ridurre gli errori. Per fare il salto di qualità è necessario fare le cose giuste nelle occasioni più difficili. Dovremo dimostrarlo già domenica prossima a Udine, contro una squadra completamente diversa rispetto alla Fortitudo.”


Matteo Boniciolli, coach di Consultinvest Fortitudo Bologna:

“Non sono contento della prestazione, ma sono contento della reazione. Abbiamo giocato per riscattare gli ultimi 10 minuti contro Ravenna, giocati in modo pessimo. Il PalaVerde non è un palazzetto normale ed è in grado di mettere una grandissima pressione agli avversari. Il valore assoluto di Treviso è molto simile a quello di Trieste; contro i giuliani eravamo crollati dopo lo svantaggio, oggi invece siamo riusciti a reagire e questo mi fa piacere. Rosselli? Il passaggio di un giocatore da una squadra all’altra di Bologna implica un processo burocratico di cui non ho competenze, se ne occupa la società.”


Matteo Fantinelli, play e capitano di Treviso Basket:

“È stata una bella partita, piacevole anche da vedere. Ci serviva una prestazione da squadra vera e ci siamo riusciti. Il calo nel terzo quarto è un problema ricorrente e dobbiamo migliorare, ma contro squadre di questo livello è normale subire qualche parziale. Abbiamo conquistato una vittoria solida, che in questo momento ci serviva proprio. Una partita di questo genere ti dà una carica emotiva impressionante; oggi eravamo tutti indemoniati, anche perché volevamo uscire da questo momento di alti e bassi. Per diventare grandi, però, dobbiamo portare queste prestazioni anche nelle altre partite.”


Matteo Negri, guardia di Treviso, cresciuto nel vivaio della Virtus Bologna:

“Sicuramente per me questa è una partita particolare, ci tenevo molto e ho messo tutta l’intensità che avevo. Il mio compito era quello di difendere su Legion e Cinciarini e credo di esserci riuscito abbastanza bene. Da qualche settimana ci alleniamo a ranghi completi e la bella partita di oggi è frutto anche di questo. Ora ci vuole continuità per migliorare ancora. C’è grande entusiasmo e bisogna incanalarlo nel modo giusto.”

A cura di Alessandro Zaratin