La De’ Longhi Treviso Basket annuncia di aver rinnovato il contratto con DeWayne Russell per un’altra stagione. 

Il play americano, nato a Philadelpia il 10 febbraio 1994, la scorsa stagione nel suo primo anno di esperienza nel campionato italiano ha mostrato immediatamente con la maglia della De’ Longhi Treviso Basket doti di carattere, leadership e creatività, unite alle caratteristiche di giocatore velocissimo adatto ai ritmi elevati. Durante l’intera stagione ha sapientemente guidato TVB, con 12.2 punti, 2.7 rimbalzi e ben 5.2 assist di media a partita – tirando con il 47% da due, il 30% dalla lunga distanza e l’80% ai liberi. La sua fantasia nel passaggio gli ha permesso di chiudere il girone d’andata come miglior assistman della Serie A – davanti a leggende quali il Chacho Rodriguez e il neo-campione d’Italia Milos Teodosic, chiudendo la stagione tra i “top” nella speciale classifica. 

Coach Menetti potrà affidarsi a un tassello importante della scorsa stagione in un ruolo molto importante e certamente con l’esperienza maturata e l’adattamento al campionato italiano per “Weezy”, che a Treviso ha fatto nascere anche la sua primogenita Indie, potrà essere un’annata di ulteriore crescita.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Russell, 180cm di energia e velocità, ha frequentato il college per una stagione nella Northern Arizona University e le tre successive (2014-2017) alla Grand Canyon University. Qui, ha avuto modo di crescere sotto la guida del suo coach e mentore Dan Majerle, ex All Star NBA con Phoenix e campione del mondo con la Nazionale USA. Esordisce da professionista oltreoceano nel 2017, con Nancy, nella Pro B francese. Durante l’estate successiva approda ai Crailsheim Merlins in Germania e veste la loro maglia per due anni mettendosi in gran luce fino all’approdo a Treviso l’estate scorsa.

Le parole di DeWayne Russell dopo la conferma:

“Sono felicissimo di poter dire che tornerò a Treviso l’anno prossimo. Sono super emozionato! È un posto speciale per me e la mia famiglia – anche perché mia figlia è nata lì. E, inoltre, il legame che la mia famiglia ha costruito con Treviso e tutte le persone, compresi i miei compagni, è davvero speciale e mi rende davvero felice di poter tornare. In più avere la possibilità di giocare finalmente di fronte ai nostri tifosi e in un Palaverde pieno è super emozionante per me. Non vedo l’ora di trascorrere un altro grande anno e affrontare un’altra grande stagione lì, vediamo cosa ci aspetta!”