IN FINALE, LA DE’ LONGHI LOTTA MA SI ARRENDE ALLA CORAZZATA SARATOV (61-88)

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – AVTODOR SARATOV 61-88
(12-32, 31-58, 42-77)
De’ Longhi: Tessitori 13 (5/10, 1/2), Epifani 6 (3/7 da 2), Burnett 7 (1/5, 1/3), Sarto 9 (3/5 da 3), Wayns (0/1, 0/2), Antonutti 5 (1/3, 1/1), Barbante 2 (1/3, 0/1), Imbrò (2/6, 0/4), Chillo 12 (6/12, 0/1) Agbortabi, Listuzzi, Vanin 3 (0/1, 1/2). All.: Menetti

Saratov: Golden 5 (1/3, 1/4), Zaryazhko 1 (1/2 TL), Carmichael 5 (2/3 da 2), Petenev, Buford 13 (3/5, 2/3), Makarov, Mc Lean 18 (7/8, 1/4), Mikhailovskii 4 (1/4 da 2), Kvitkovskih 5 (1/1, 1/2), Zabelin 8 (2/3, 0/2), Kravish 6 (2/4 da 2), Moore 23 (4/6, 4/6). All.: Mokin

Arbitri:Borgioni, Bartoli, Nicolini

Spettatori:250
Note:Tiri da due TV 19/48, SAR 23/38; Tiri da tre TV 7/21, SAR 9/21; Tiri liberi TV 2/5, SAR 15/22. Rimbalzi TV 5+16 (Barbante 5 difensivi), SAR 12+37 (Moore 4+7). Assist 14 (Imbrò 4), SAR 16 (Buford 5).

La finale del Torneo Città di Caorle vede difronte l’Avator Saratov (compagine russa che ha superato nella seconda semifinale la Reyer Venezia per 94 a 83) e la De’Longhi Treviso che ha sorpreso tutti siglando il successo per 92 a 88 sulla corazzata tedesca Brose Bamberg.
Una TVB più che dimezzata con coach Menetti che deve rinunciare (oltre a Lombardi, Tomassini ed Uglietti) anche a Davide Alviti fermo ai box per mal di schiena.

Sul parquet si schierano per TVB Wayns, Imbrò, Sarto, Antonutti e Chillo per Saratov Golden, Mc Lean, Carmichael, Mikhailovskii, Kravish. 

Buono inizio della De’Longhi che mostra grande aggressività in difesa e sicurezza nei giochi d’attacco, Chillo e la tripla di Sarto rispondono ai canestri di Golden e Kravish per il 7-4 dopo tre minuti di gioco. Saratov non sta a guardare, anzi da qui in poi sarà una furia per precisione (75% dal campo, 80% da due e 67% da tre) ed energia. Buford e Kvitkovskikh realizzano due bombe consecutive che portano l’Avtodor a compiere un parziale di 22-5. 
Il primo quarto termina sul 12-32 in favore dei russi.
Saratov ad inizio secondo quarto ingrana la quinta e indirizza definitivamente la gara, TVB subisce il colpo sprofondando sul -30 siglato dalla doppia schiacciata di Moore in contropiede (14-44).
Coach Menetti decide di inserire Amedeo Tessitori per dare tonnellaggio sotto canestro dove TVB fatica e non poco. Il numero 0 si carica la squadra sulle spalle con 4 punti consecutivi che sbloccano la De’ Longhi che ritroverà energia e maggior fluidità nelle azioni offensive.
Le triple di Antonutti, Sarto e nuovamente Tessitori (9pt) riducono il divario sul -20 (27-47) a tre minuti dall’intervallo lungo.
Il cecchino Moore (18 pt, 4/5 da tre 2/3 da due) è in serata di grazia e insieme a Mc Lean (7pt) firmano il nuovo parziale di 9-0 per Saratov (62% da tre all’intervallo) che chiude avanti di 27 punti. (31-58).
Al rientro dall’intervallo lungo TVB accenna la reazione tenendo il campo con maggior intensità.
A Chillo e Antonutti rispondono Mc Lean e Moore in contropiede per il (37-69) a metà quarto.
Dalla panchina subentrano i giovani Epifani e Barbante, mentre Moore e Buford continuano a punire la De’Longhi che ora è tornata sul -34 (37-71). La tripla sulla sirena di Vanin su assist di Imbrò manda le squadre all’ultimo quarto sul 42 a 77.
Ciò che non manca a questa De’Longhi è la voglia di lottare fino alla fine, l’ultimo quarto di gioco (vinto per 19-11) infatti è l’espressione del carattere e della personalità che vuole coach Menetti dai suoi giocatori. Il 12-0 di parziale ricuce il divario sul – 25 con un Tessitori sugli scudi (13 pt) e un Imbrò che sigla i suoi primi quattro punti del match. I restanti minuti di puro garbage trascorrono fino alla sirena per il definitivo 61 a 88.