LA DE’LONGHI CONDUCE PER TRE QUARTI, MA IL FINALE PREMIA LA FORTITUDO. (77-69)

POMPEA FORTITUDO BOLOGNA – DE’ LONGHI TREVISO 77-69

POMPEA: Fantinelli 4 (1/1 da 2), Aradori 13 (2/3, 2/4), Robertson 23 (6/6, 3/6), Daniel 17 (8/12 da 2), Leunen (0/1, 0/1); Cinciarini 6 (0/3, 1/2), Mancinelli 9 (3/5, 0/1), Stephens 5 (2/3 da 2), Stipcevic (0/5 da 3). N.e.: Franco, Dellosto. All.: Martino.

 DE’ LONGHI: Nikolić 10 (2/2, 1/4), Logan 11 (1/3, 2/8), Cooke III 13 (4/6, 1/4), Fotu  18 (9/15, 0/2), Tessitori 9 (4/6, 0/2); Parks 2 (1/2, 0/2), Chillo, Uglietti 6 (3/8 da 2), Severini. N.e.: Bartoli, Piccin. All. Menetti

ARBITRI: Paternicò, Borgioni, Nicolini.

NOTE: pq 18-19, sq 36-45, tq 59-59. Tiri liberi: BO 15/24, TV 9/14. Da 2: BO 22/34, TV 24/42. Da 3: BO 6/19, TV 4/22. Rimbalzi: BO 15+31 (Leunen 1+7), TV 11+20 (Fotu 3+5). Assist: BO 18 (Stipcevic 8), TV 7 (Nikolić 2). 5 falli: Fantinelli 35’54’’ (66-62), Parks  36’42’’ (68-64); fallo antisportivo: Parks 36’22’’ (66-64). Spettatori: 5570

Al PalaDozza di Bologna torna la grande “classica” tra la Pompea Fortitudo Bologna e la De’ Longhi Treviso Basket per la 4^ giornata della Serie A di basket. Per entrambe le rivali fino allo scorso anno in A2, è la prima sfida in Serie A.
 I padroni di casa sono a 4 punti in virtù delle due vittorie iniziali a Pesaro nell’esordio e nella seconda giornata a Bologna con la Reyer Venezia, striscia interrotta dalla sconfitta di domenica scorsa  a Varese (83-60, 18 punti di Aradori, 15 di Robertson); invece TVB dopo le prime due partite perse con Milano in casa e a Cremona, domenica scorsa ha rotto il ghiaccio al Palaverde cogliendo i primi 2 punti con Pistoia.

Nella caldissima atmosfera del Paladozza, la De’Longhi parte subito forte trovando nelle mani di Cooke (6 punti) e Logan il primo parziale di 2-8 che costringe coach Martino a chiamare time-out.
Stipcevic sostituisce l’ex Fantinelli reo di aver commesso due falli e Daniel scalda il pubblico di casa prima con una schiacciata in contropiede (su palla persa di TVB) poi, con un canestro e fallo commesso da Tessitori che viene sostituito da Severini. (7-10)
Mancinelli taglia benissimo sotto canestro e schiaccia in solitaria il -1. La tripla di Stipcevic riporta il punteggio in parità (14-14)  e il  canestro di Stephens chiude il primo quarto con i ragazzi di coach Menetti in vantaggio per 18 a 19.

Una De’Longhi pressoché impeccabile mostra intensità difensiva e precisione assoluta in attacco, allungando ancora il proprio vantaggio grazie al parziale di 8-0 ad opera del trio Parks, Tessitori (4 pt) e Uglietti (18-27).
Time Out Fortitudo.
La F sfrutta al meglio il minuto e al rientro in campo trova un nuovo parziale di 4-0 con i primi due punti di Aradori e il lay-up di Daniel. Time-out Menetti sul punteggio di 22 e 27.
TVB reagisce alla grande mostrando grande personalità nelle giocate offensive di Uglietti e Fotu che valgono il +10 ospite. (27-37)
Nikolic spara da tre punti subendo fallo da Fantinelli (terzo) e nel libero aggiuntivo Isaac Fotu corregge la conclusione del play sloveno completando un gioco da 5 punti che fa volare la De’Longhi sul +13. (29-42)
La bomba sulla sirena di Cooke manda le squadre al riposo con una gagliarda TVB avanti di 9 lunghezze. (36-45)

Al rientro dall’intervallo il match s’infiamma.
La Pompea trova 9 punti consecutivi da Aradori (due triple e canestro e fallo) che riportano il match in parità in meno di tre minuti (47-47)
Il rientro dal time-out chiesto da Menetti non può essere migliore per la De’Longhi: Logan dai 6.75 muove solo la retina e il “Tall Black” di TVB Isaac Fotu continua la sua dominante partita nel pitturato con altri quattro punti consecutivi .
(47-54)
Dopo il canestro e fallo di Tessitori gli ospiti hanno l’opportunità di allungare il divario, ma le triple di Logan e Nikolic non vanno a bersaglio e i felsinei ne approfittano con i liberi di Fantinelli e Aradori che accorciano il divario sul 55 a 59.
L’attacco trevigiano continua a sparare a salve e la spietata Pompea non sta a guardare impattando il pareggio (59-59)  con il canestro e fallo di Stephens e con i liberi dell’esperto Mancinelli.

L’ultimo quarto inizia nel totale equilibrio con entrambe le squadre che non riescono a trovare fluidità e precisione nelle azioni offensive.
Nikolic fa 1/2 ai liberi; Fantinelli attacca il ferro e Cinciarini prima del fallo in attacco di Fotu va a bersaglio dai 6.75 per il sorpasso definitivo della F. (66-62)
Le tre triple consecutive di Robertson (23 pt) sentenziano definitivamente la vittoria della Fortitudo per 77 a 69.