La società De’ Longhi Treviso Basket comunica di non aver avuto il nulla osta necessario dagli enti preposti a cui aveva presentato ufficiale richiesta, supportata dal relativo protocollo di sicurezza, per ottenere un numero di accessi equiparato a quello di altre società, venete e non, impegnate nella stessa competizione.

Con grande rammarico questo significa non poter accogliere il calore dei moltissimi appassionati tifosi che hanno inviato la richiesta di poter assistere al derby contro la Reyer Venezia in programma venerdì. Treviso Basket si era impegnata a rispettare gli stessi protocolli a cui sono stati sottoposti i sostenitori di altri club a cui invece è stato concesso un afflusso di spettatori di circa il 20/25% della capienza dei relativi impianti, ma la richiesta non è stata accolta.

La società assicura che continuerà ad impegnarsi nelle sedi istituzionali per riportare al Palaverde, seguendo tutte le regole e i protocolli necessari e richiesti, la fantastica atmosfera che solo una partita “a porte aperte” può creare auspicando al tempo stesso una uniformità di trattamento tra le varie società di serie A.