DE’ LONGHI TREVISO BASKET – ALMA TRIESTE 77-75

DE’ LONGHI: Fantinelli 12 (3/5, 2/2), Moretti 15 (1/5, 1/1), DeCosey 10 (3/5 da 2), Perry 11 (3/8, 0/1), Ancellotti 6 (3/5, 0/1); La Torre 3 (1/1 da 3), Malbasa 1, Saccaggi 6 (1/1, 1/2), Rinaldi 6 (3/5 da 2), Negri 7 (1/4, 1/2). NE: Barbante, Poser. All.: Pillastrini

ALMA: Bossi 8 (0/2, 2/5), Prandin 4 (2/3, 0/1), Green 10 (2/7, 2/3), Parks 21 (5/8, 2/2), Da Ros 10 (4/5, 0/2); Coronica, Pecile 11 (4/6, 0/1), Baldasso 6 (2/4 da 3), Simioni 0 (0/1 da 3), Cittadini 5 (1/4, 1/1). NE: Ferraro, Gobbato. All.: Dalmasson

ARBITRI: Beneduce, Boscolo, Catani

NOTE: pq 16-19, sq 43-38, tq 55-53. Tiri liberi: Treviso 23/31, Trieste 12/15. Rimbalzi: Treviso 10+21 (Perry 5+3), Trieste 8+17 (Parks 6+3). Assist: Treviso 16 (Fantinelli 10), Trieste 12 (Pecile 4). 5 falli: nessuno. Spettatori: 5344.


Le premesse per vedere un match combattuto c’erano tutte, e il derby del Triveneto non ha deluso le aspettative (tutto esaurito al Palaverde). La spunta una De’ Longhi che si è fatta trovare pronta all’appuntamento contro una Trieste reduce da tre vittorie consecutive. A fare la differenza è stato soprattutto il collettivo dei ragazzi di coach Pillastrini, con quattro giocatori in doppia cifra e un Moretti infallibile dalla lunetta (10/10 per Davide), così il Palaverde resta inviolato.

LA CRONACA

Quintetto ormai classico per Pillastrini con Fantinelli, Moretti, DeCosey, Perry e Ancellotti, mentre Dalmasson si gioca subito la carta dell’ex Prandin, in campo dall’inizio assieme a Bossi, Green, Parks e Da Ros. Pronti, via e Fantinelli pesca Moretti completamente libero sotto canestro. Immediata la replica di Prandin, poi TVB cerca il primo allungo con due tiri liberi di Fantinelli e uno schiaccione di Ancellotti. Bossi realizza da tre, Green fa il paio e in meno di un minuto c’è il controsorpasso Alma, sostenuta da 200 tifosi. DeCosey si iscrive a referto, ma TVB deve arginare la concretezza di Da Ros, autore di quattro punti consecutivi per il 12-8 ospite al 5’. Entra Rinaldi per dare solidità sotto canestro, dove Treviso soffre più del solito la fisicità dei giocatori ospiti. Trieste allunga ancora con Green poi ci pensano Negri e Rinaldi a rimettere in scia TVB. Entra La Torre al posto di Saccaggi, già gravato di due falli e segna subito una tripla importantissima dall’angolo. Malbasa pareggia con un tiro libero, poi la tripla di Bossi dall’angolo chiude il primo quarto di gioco sul +3 per Trieste (19-16).

Perry e DeCosey scatenano l’entusiasmo del Palaverde, soprattutto il giovane americano con una stoppata siderale su Bossi. Ancora Perry con un 2+1 per il 7-0 di TVB prima della tripla frontale di Cittadini, che non scalfisce le sicurezze di TVB, a segno a sua volta da tre con Negri dopo una perfetta circolazione di palla. Trieste non demorde e trova una schiacciata in tap-in di Parks e una tripla in transizione di Baldasso (29-28 ospite a metà quarto). È ancora un DeCosey in forma a schiacciare il nuovo vantaggio di TVB, cui replica Prandin in entrata. Ci pensa allora Fantinelli ad imbeccare Moretti libero dall’arco: puntuale arriva il siluro del 33-31. Le due squadre ribattono colpo su colpo, ma è Treviso a trovare l’allungo con l’appoggio da sotto di Ancellotti e la tripla frontale di capitan Fantinelli (39-35). DeCosey va in doppia cifra con due tiri liberi, Fantinelli corre in contropiede per appoggiare da sotto. Peccato per la tripla di Parks allo scadere che accorcia un divario che cominciava a farsi interessante (43-38). Percentuali sopra il 50% da tre per entrambe le squadre, con TVB più precisa da due grazie ai 20 punti conquistati nel pitturato, e con più viaggi in lunetta, grazie ai 12 falli subiti.

Un morbido jump di Parks riapre le danze, ma Moretti e Perry sono carichi a molla e il 47-40 è servito. Quando TVB recupera palla in difesa e Fantinelli parte in contropiede, a Green non resta che fermare Perry con il fallo. Dalmasson a quel punto vuole parlarci con i suoi e chiama time-out. TVB ha preso il comando delle operazioni e sale a +9 con i liberi di Perry (doppia cifra per lui). E’ soprattutto la difesa di Treviso ad essere invalicabile per un’Alma frastornata. Viene superata per la prima volta la doppia cifra di vantaggio con Ancellotti (51-40, parziale di 8-0). Dalmasson allora rimette dentro Pecile, Prandin e Cittadini. Parks fa respirare i suoi, poi Cittadini e ancora Parks sfruttano un paio di ingenuità per riaprire la partita. Così, dopo un parziale di 8-0 ospite, stavolta è Pillastrini a chiamare il time-out (51-48 al 25’). Ci vuole una scossa e allora ecco la stoppata di Ancellotti e la tripla di Saccaggi, che fa saltare in piedi i 5.344 del Palaverde. Squadre a secco per quasi tre minuti, poi Trieste trova ancora Parks e Pecile per tornare in partita in chiusura di terzo quarto (55-53).

La tripla di Fantinelli in apertura di ultima frazione fa capire a tutti i presenti che Treviso c’è e vuole vincere questa partita a tutti i costi: Saccaggi risponde presente e riporta TVB a +7, Moretti in contropiede sigla il 62-53. Parks (già 20 per lui) e Da Ros non ci stanno, così Trieste resta in linea di galleggiamento (62-57 a 5’ dal gong finale, time-out ospite). Il guerriero Rinaldi segna di forza da sotto, poi Treviso protegge il proprio canestro alzando le barricate. Trieste resta a secco per oltre cinque minuti, mentre Fantinelli regala un pregevole arcobaleno. La De’ Longhi ha nove punti di vantaggio a tre minuti dalla fine, così Trieste prova a reagire affidandosi all’esperienza di Pecile. TVB gioca col cronometro e Moretti segna dalla lunetta. Ancora Pecile per i giuliani, ma Rinaldi segna in entrata il canestro del 70-63. Sembra fatta, invece Green accorcia da sotto e un monumentale Pecile si procura (e trasforma) tre tiri liberi, per il 70-68 a 36’ dal termine. Time-out per TVB, la palla scotta nel possesso successivo, ma Fantinelli segna in entrata. Nemmeno stavolta è finita, Green spara la tripla del -1. Il fallo tattico manda in lunetta un infallibile Moretti, poi Fantinelli ferma Parks con il quarto fallo personale. L’americano segna il primo, ma sbaglia il secondo e Cittadini è costretto a commettere fallo su Rinaldi. Zero su due per Tommy, ma Perry strappa il rimbalzo in attacco e si guadagna due tiri liberi. Entra solo il primo, Green parte in contropiede, Negri lo ferma. Green sbaglia il primo e anche il secondo, sperando nel rimbalzo dei compagni. La palla invece finisce a Moretti che mette in banca il successo. Inutile la tripla finale di Baldasso. Possono così esultare i tifosi del Palaverde, consci di aver visto una partita bellissima, antipasto di quelle che saranno le finali di Coppa Italia, bellissima per intensità e vietata ai deboli di cuore. TVB prosegue la sua marcia da capolista ed è attesa dal terzo match consecutivo tra le mura amiche martedì 10 gennaio contro la Tezenis Verona nel recupero della 13° giornata.

Ubaldo Saini