Grande vittoria della De’ Longhi Treviso per 95-76 sull’Allianz Pallacanestro Trieste, nella 24^ giornata di campionato.

David Logan, autore di 25 punti (con 5/9 da 3), ha commentato il match spiegando:
“Come squadra abbiamo giocato molto bene sia in attacco che in difesa, non abbiamo fatto molti errori e penso sia dovuto al buon lavoro settimanale.
Mi ci è voluta qualche giornata per poter tornare ai miei ritmi, ma restando concentrato e dando tutto durante gli allenamenti sono tornato al meglio.”

Michal Sokolowski, con una super prestazione da 28 punti (career high in Serie A) e 6 triple su 9 tentativi, ha dichiarato:
“Sono davvero contento perché abbiamo vinto una partita importante e giocato alla grande di squadra. Eravamo ‘affamati’ e lo abbiamo dimostrato, anche se nel primo periodo abbiamo faticato. A partire dal secondo quarto siamo riusciti a trovare buon ritmo in difesa e di conseguenza anche l’attacco ha funzionato.
È difficile dire quale sia stata la chiave di questa serie di vittorie perché ogni partita è andata diversamente, ma il fatto che la squadra sia stata così unita e che ognuno abbia dato il suo contributo è stato sicuramente fondamentale.”

Coach Menetti, per concludere, ha spiegato:
“Innanzitutto avevo promesso a mia figlia che in caso di vittoria l’avrei salutata, quindi ciao Vale!
Naturalmente siamo soddisfatti perché sono due punti importanti e meritati. Abbiamo fatto quello che avevamo preparato e che avevo chiesto di fare: essere concentrati e intensi in ogni possesso. Dall’altra parte abbiamo provato quanto è difficile giocare gare di questo tipo, dove bisogna sacrificarsi e fare fatica, perché per una squadra come la nostra non è semplice mettere questo focus su ogni possesso. Credo che per la prima volta in quest’anno ognuno abbia fatto tutto ciò e abbiamo dimostrato che possiamo toglierci grandi soddisfazioni.
Da qui in poi bisognerà vedere quanto saremo ambiziosi ed umili. Queste sono le due cose che ci devono spingere fino alla fine del campionato, perché se all’ambizione si unisce l’umiltà si può lavorare come abbiamo fatto questa settimana e continuare a togliersi grandi soddisfazioni.
Il lavoro a rimbalzo è stato ottimo e soprattutto di grande attenzione poiché siamo stati presenti con tutti i giocatori. Ci è costata molta fatica e quindi non va dato per scontato quanto fatto, ma dall’altra parte dobbiamo capire che questa è la via per vincere le partite. Per citare persone più importanti di me, dobbiamo alzare il livello della nostra autoesigenza.
Ad essere sinceri oggi abbiamo un po’ pasticciato, soprattutto nei primi due quarti: abbiamo commesso nove palle perse perché non eravamo spaziati bene specialmente nei pick and roll e abbiamo insistito contro la loro pressione. Allo stesso tempo, però, si sono viste molte cose buone: è vero che ci sono state le mitragliate di David [Logan] e di Sokolowski, ma per esempio quest’ultime sono state frutto di tiri innescati dalla squadra.
Parlando della partita ieri avevo detto che Trent [Lockett] mi era sembrato in crescita. Oggi ha trovato pure ritmo offensivo, ma si è visto cosa significa avere in campo un giocatore di alto livello difensivo. Credo che continuerà a migliorare perché ha giocato ad un livello tale per cui non si fermerà giunto a questo punto.
In questo momento più che concentrarci sulla classifica ci godremo la vittoria mangiando una pizza. Dopodiché, ci concentreremo sul calendario e sulla sfida di sabato sera.
Per quanto riguarda i nostri tifosi, mi sento di dire loro di tener duro e di non disabituarsi. Anzi, questo bel periodo che stiamo vivendo deve aumentare la voglia di tornare al palazzetto, che sia con le mascherine o con gli scafandri.”