TREVISO CALA IL TRIS, SURCLASSATA PIACENZA PER 93 A 52.

DE’ LONGHI TREVISO BASKET – ASSIGECO PIACENZA 93-52

DE’ LONGHI: Sabatini 18 (2/6, 3/4), Musso 8 (2/5 da 3), Fantinelli 3 (0/2, 1/1), Antonutti 18 (1/3, 4/6), Brown 11 (5/11 da 2); De Zardo 7 (2/3, 1/2), Rota, Poser 2 (1/1 da 2), Imbrò 15 (4/5, 2/3), Lombardi 11 (1/3, 3/5), Nikolic 0 (0/1 da 3). Ne: Negri All.: Pillastrini

ASSIGECO: Sanguinetti 0 (0/3, 0/1), Guyton 12 (6/9, 0/6), Reati 5 (1/3, 1/4), Oxilia 3 (1/4 da 2), Arledge 10 (2/5, 0/1); Passera 2 (1/1, 0/2), Diouf 2 (1/2 da 2), Fontecchio 0 (0/2 da 2), Formenti 14 (4/6, 2/4), Infante 4 (1/4 da 2). Ne: Seye, Livelli. All.: Zanchi

ARBITRI: Brindisi, Lestingi, Del Greco

NOTE: pq 16-16, sq 44-29, tq 75-42. Tiri liberi: TV 13/21, PC 9/12. Rimbalzi: TV 29+9 (Lombardi 6+1), PC 24+9 (Arledge 6+5). Assist: TV 26 (Fantinelli 9), PC 9 (Reati 3). Fallo antisportivo a Passera al 13’54” (25-23). 5 falli: nessuno. Spettatori: 4791.


Prima gara del girone di ritorno per la squadra di coach Pillastrini, che al Palaverde vuole dare continuità di gioco e risultati, cercando davanti al proprio pubblico (4791) la terza vittoria consecutiva dopo i successi con Roseto e Orzinuovi, così da rilanciare la propria situazione di classifica che la vede attualmente insieme ad altre quattro squadre all’ottavo posto con 14 punti. Ospite di giornata è l’Assigeco Piacenza, reduce dal successo esterno ottenuto a Ferrara dopo un tempo supplementare per 89-92, con ben 43 punti messi a segno dagli americani Alredge e Guyton.

Treviso parte a sorpresa con Sabatini nel ruolo di play insieme a Fantinelli, Musso, Antonutti, Brown. Coach Zanchi risponde con Sanguinetti, Guyton, Alredge, Oxilia, Reati.

Parte contratta Treviso che fatica a far girare il pallone, trovando nei primi due minuti la sola soluzione offensiva vincente con una penetrazioni in area di Sabatini.
Il match non si accende, entrambe le squadre viaggiano con scarse percentuali al tiro, (7-9 il risultato a due minuti dal termine del primo quarto) fino a quando Bernardo Musso servito da Antonutti realizza dall’angolo la tripla del 11-9. Nel finale l’Assigeco si affida alla precisione da oltre l’arco di Formenti e al veterano Infante che batte sotto canestro Lombardi. Seppur con difficoltà la De’Longhi trova in Antonutti quei tre punti che fissano il risultato di quarto sul 16 pari.

Inizia il secondo quarto e Brown si sblocca dal pitturato per il 18-16. Passera accorcia le distanze, ma sarà la guardia classe 88′ Reati a piazza il nuovo vantaggio dei piacentini sul 19-21 dopo tre minuti di gioco. È un momento delicato per Treviso che fatica tantissimo in fase offensiva. Serve una scossa, qualcuno che sblocchi mentalmente l’intera squadra per dare il via alle danze. A caricarsi la squadra sulla spalle ci pensa il capitano, che dai 6.75 riporta avanti TVB  sul 22-21. Da questo momento la De’Longhi prende quella fiducia e quel coraggio che le consentiranno di dominare la partita. Sabatini in gran serata (saranno 18 i punti totali) piazza la bomba che anticipa i piazzati di Imbrò e Brown, il tutto in due minuti di gioco (29-23).
Formenti tiene viva Piacenza, ma durerà poco, perché Treviso decide di cambiare rapporto, accelerando sia in campo che nel punteggio.
I cinque punti di Lombadi e la bomba di Imbrò chiudono il periodo sul 44-29.

Boom, Boom, Boom, tre triple consecutive aprono il terzo quarto con Musso e Antonutti (due) che portano a 53 il bottino di TVB. Il divario ora è sul +23, ma non è finita anzi è solo l’inizio di un allungo che si rivelerà letale per Piacenza. Sabatini piazza la bomba che decreta i suoi 18 punti, Brown servito splendidamente ancora dal rampante Sabatini realizza subendo fallo e il punteggio dice 59-32 dopo quattro minuti di gioco.
Il finale di quarto vede ancora come protagonista il play trevigiano che serve assist e sapienza di gioco. È tutta un’altra De’Longhi, che non ha più paura a sfoderare tutto il suo potenziale con una padronanza di gioco che forse mai aveva mostrato prima e il +33 arriva con le due bombe consecutive di Imbrò e Antonutti (70-37). Sono 31 i punti realizzati dai padroni di casa che chiudono il periodo con il canestro e fallo di un grintoso Matteo Imbrò (75-42).

I primi tre minuti dell’ultimo periodo di gioco sembrano la fotocopia del primo quarto con diversi errori al tiro ma con TVB in assoluto controllo. Eric Lombardi in costante crescita, realizza la sua terza tripla e la quindicesima di Treviso lasciando poi spazio a Lorenzo De Zardo (fresco di convocazione in nazionale) che con una virata spalle a canestro e una tripla porta a 39 il vantaggio dei padroni di casa.
Nel finale L’Assigeco alza definitivamente bandiera bianca sommersa dal gioco spumeggiante dei ragazzi di coach Pillastrini che ora manda in campo  Nikolic, Rota e Poser, mentre i Fioi si lasciano andare a cori  e “sciarpate”. I giovani ventenni non si nascondono e mostrano tutto il loro talento nelle due azioni che chiudono il match: appoggio a canestro di Poser e splendido assist di Rota che serve De Zardo per il definitivo 93-52.