BONDI FERRARA – DE’ LONGHI TREVISO BASKET 82–73

BONDI: Moreno 6 (2/4 da 3), Roderick 21 (5/7, 3/6), Cortese 22 (3/6, 5/9), Molinaro 9 (4/5 da 2), Bowers 20 (2/4, 3/5); Mastrangelo, Mastellari 3 (1/3 da 3), Pellegrino 1 (0/2 da 2). NE: Ardizzoni, Zani, Ibarra, Caridi. All.: Furlani

DE’ LONGHI: Fantinelli 4 (2/2, 0/2), Negri 17 (1/4, 3/6), La Torre 0 (0/2 da 3), Perry 14 (3/9, 2/4), Ancellotti 7 (3/4 da 2); Moretti 16 (0/5, 4/6), Malbasa 2 (1/2, 0/1), Rinaldi 13 (4/7, 1/1). NE: Rota, Saccaggi, Barbante, Poser. All.: Pillastrini

ARBITRI: Brindisi, Pierantozzi, Vita

NOTE: pq 31-9, sq 52-34, tq 61-62. Tiri liberi: Ferrara 12/16, Treviso 15/20. Rimbalzi: Ferrara 27+3 (Bowers 7+2), Treviso 23+9 (Fantinelli e Perry 5 dif.). Assist: Ferrara 18 (Roderick 8), Treviso 11 (Negri 3). 5 falli: nessuno.


Quintetto inedito per la De’ Longhi con Fantinelli, La Torre, Negri, Perry e Ancellotti. Coach Furlani risponde con Molinaro, Cortese, Bowers, Moreno, Roderick.
La partita inizia subito in salita per la De’ Longhi con un canestro fortunoso di Molinaro, una schiacciata di Cortese e due bombe di fila degli americani di Ferrara Bowers e Roderick. Tre palle perse per la formazione di coach Pillastrini che, dopo poco più di due minuti, sul 10 a 0 per Ferrara, è costretto a chiamare time-out. Ancora un canestro da tre punti per la Bondi, questa volta con Cortese, e finalmente dopo 3’44” si sblocca TVB con una tripla di Moretti appena entrato per La Torre. Bowers in allontanamento all’altezza della lunetta mette a segno il 15-3 Ferrara dopo 5” di gioco, subito dopo altri due punti di Roderick in entrata. Treviso è in bambola e la Bondi dà spettacolo con una super schiacciatona di Molinaro su assist di Bowers, cui risponde Mastellari con l’ennesima tripla (22-3 quando mancano 3:18 alla fine del primo quarto). Roderick sbaglia da sotto ma è indisturbato a rimbalzo e va a segno, Cortese pochi istanti dopo fa 1/2 dalla lunetta. Ancellotti dà un po’ di ossigeno alla De’ Longhi e segna il canestro del -20, cui dà seguito Negri con una tripla. Il mini-break di Treviso non dura molto però, perché Cortese è implacabile dalla linea dei 3 punti. Ancellotti fa 1 su 2 dalla linea della carità e Roderick, con l’ennesima bomba, chiude un pessimo primo quarto della De’ Longhi con il risultato di 31-9.

Inizia il secondo quarto e La Torre va subito in contropiede, servendo a Fantinelli la palla del nuovo -20 (31-11). Ancora canestro per Treviso con Dorde Malbasa ma Cortese questa sera si dimostra implacabile sia dal tiro da fuori che dal pitturato, andando a schiacciare dopo l’ennesima nostra palla persa. Gli americani della Bondi non si lasciano pregare dalla lunga distanza, mentre Negri (unico trevigiano in doppia cifra dopo i primi due quarti) va in tap-in per il 41-15 dopo 3’ e 40”. Rinaldi lotta sotto le plance e prende un canestro più fallo mettendo a segno il tiro libero aggiuntivo. La De’ Longhi si fa coraggio e Fantinelli segna in fade-away, ma risponde immediatamente Moreno con una bomba. Negri va sulla lunetta e mette a segno un tiro libero sui due a disposizione, poi ancora Tommy si conquista un gioco da tre che concretizza. Roderick segna il canestro del 47-24 e, assieme a Cortese, continua a confezionare giocate di spessore. Altra tripla di Moreno, poi Malbasa come al solito non si tira indietro, ruba palla e da terra serve l’assist per la bomba di Moretti. Negri (il migliore dei suoi nel primo tempo) accorcia lo svantaggio prima con una tripla e poi con due liberi. Le squadre vanno negli spogliatoi sul risultato di 52-34 per i padroni di casa.

Si torna sul parquet e Perry insacca subito dopo una palla recuperata da Fantinelli. Negri continua il suo pellegrinaggio ai liberi mettendoli entrambi a segno, per Ferrara risponde il neo-acquisto Molinaro. Davide Moretti fa uno su due dalla linea della carità, poi tripla di Bowers per il 57-39 dopo i primi tre minuti e venti dall’inizio del quarto. Negri dimostra di essere in serata mettendo a segno un’altra tripla, Cortese risponde con la stessa arma. Da qui parte il grande recupero della squadra di Pillastrini: schiacciatona di Ancellotti per il 60-44, poi Negri fa 2/2 ai liberi. Ancora il lungo trevigiano segna in contropiede su assist di Negri e Perry dalla lunetta porta la De’ Longhi sul -10 quando mancano meno di tre minuti alla fine del terzo quarto. Tanti errori per gli estensi, ne approfitta Jesse Perry infilando due triple consecutive e mandando in tripudio i più di 250 sostenitori biancoblu giunti da Treviso. Il risultato è di 60-56, Bowers fa 1/2 dalla lunetta ma Moretti prima e Rinaldi poi replicano il rasta della De’ Longhi con due bombe in meno di cinquanta secondi che valgono il sorpasso: 61-59 il parziale quando manca solo l’ultimo quarto da giocare.

La squadra di Pillastrini è ora in fiducia, e lo dimostra Tommy Rinaldi che lotta sotto le plance e mette a segno quattro punti consecutivi. Negri commette fallo, Furlani chiama un minuto di sospensione dopo il quale Bowers dalla lunetta fa 2/2. Il baby Moretti segna ancora da tre (4/6 per lui) e aumenta il vantaggio trevigiano di sei lunghezze. Tanti falli, Roderick fa due su due ai liberi, subito dopo Perry segna un bel canestro in step-back. La guardia estense accorcia con la bomba del -3 a poco più di cinque minuti dalla fine e Cortese riporta la partita in parità sul 71-71. Treviso accusa il colpo e Pillastrini chiama time-out. Una palla persa di Moretti lancia l’alley-oop Moreno-Bowers, poi Roderick in azione personale segna il canestro del +4. La De’ Longhi sembra aver perso ogni stilla di energia e Ferrara continua a segnare con Molinaro: prima 1/2 ai liberi e poi schiacciata dopo un assist dietro alla schiena di Roderick. I punti dell’ultimo minuto di gioco vengono tutti dalla lunetta: quattro per Bowers e due per Moretti. Finisce così 82-73 la ventiduesima giornata di A2 Est, con la De’ Longhi che non riesce a confermarsi dopo la bella vittoria di domenica scorsa contro la Virtus. Prossima partita di Treviso Basket al Palaverde domenica 26/02 contro Roseto, prima del via alle final eight di Coppa Italia che si giocheranno a Casalecchio dal 3 al 5 marzo.