DOLOMITI ENERGIA TRENTO – DE’ LONGHI TREVISO 76-82

DOLOMITI ENERGIA: Browne 13 (3/8, 1/4), Forray 0 (0/2 da 3), Morgan 15 (0/1, 5/8), Maye 12 (2/4, 2/3), Williams 18 (8/11 da 2); Pascolo 4 (2/2, 0/1), Conti, Sanders 11 (0/1, 3/6), Mezzanotte 3 (1/1 da 3), Ladurner. Ne: Martin, Jovanovic, Lechthaler. All.: Brienza

DE’ LONGHI: Russell 9 (2/5, 1/4), Logan 21 (5/7, 3/7), Sokolowski 17 (3/4, 3/5), Akele 8 (4/7, 0/1), Mekowulu 8 (2/4 da 2); Vildera 2 (1/1 da 2), Imbrò 5 (1/3, 0/4), Chillo 12 (2/3, 2/3). Ne: Bartoli, Piccin, Carroll. All.: Menetti

ARBITRI: Sahin, Bettini, Dori

NOTE: parziali 21-15, 36-41, 54-57. T.l.: TN 10/11, TV 15/21. Da 2: TN 15/27, TV 20/34. Da 3: TN 12/25, TV 9/24. Rimbalzi: TN 26+9 (Browne 7), TV 22+8 (Mekowulu 7). Assist: TN 17 (Browne 7), TV 19 (Imbrò 5). Perse: TN 17 (Browne 5), TV 10. Recuperi: TN 6, TV 7. 5 falli: Forray.

QUINTETTI
Trento: Browne, Forray, Morgan, Maye, Williams
Treviso: Russell, Logan, Sokolowski, Akele, Mekowulu

PRIMO QUARTO
Dopo la pausa per il turno di riposo nella quindicesima giornata di campionato, la De’ Longhi Treviso Basket apre il girone di ritorno con la sfida in trasfera alla BLM Group Arena di Trento. Il primo canestro della gara è proprio della Dolomiti Energia, con Jacorey Williams (2-0). Replica immediatamente Russell per il pareggio a quota 2. Morgan si sblocca subito da 3 e, dopo una serie di errori, lo stesso Williams schiaccia per il 7-2 della formazione di casa. Un’altra tripla di un’infuocato Morgan in questo primo quarto segna il 10-2. La De’ Longhi Treviso firma un mini-break di 5-0 (Akele e tripla di Sokolowski) per il -3, 10-7. Trento è calda dai 6.75 e anche Browne si iscrive alla lista, per il 13-7. Logan dimostra ancora una volta come i 38 anni siano solo un numero con una schiacciata in contropiede per il 13-9. Con due liberi Williams riallunga, ma Akele con un bel canestro e un giro in lunetta di Mekowulu riportano sotto TVB, 15-12. La Dolomiti Energia colpisce ancora dall’arco, questa volta per mano di Mezzanotte servito bene da Williams, seguito dal canestro di Saunders per il 21-12. Chiudono il quarto due giri in lunetta di Mekowulu per il 21-15.

SECONDO QUARTO
David Logan segna i due canestri del -2 (21-19) per aprire il secondo parziale. Browne realizza il 23-29, prima del parziale di 11-0 della De’ Longhi Treviso. A concretizzare il break sono, infatti, Vildera con il canestro, Imbrò con il recupero e l’assist per l’and one di Chillo, Sokolowski e Logan (23-30). Morgan e Maye sono gli autori del controparziale, per riavvicinarsi sul 28-30. A un altro canestro di Sokolowski, risponde nuovamente Maye per il 30-32. Per TVB si sblocca anche Russell da 3 punti e dopo due liberi di Sokolowski (che costringe presto Morgan al terzo fallo) la squadra ospite si porta 30-37. Riavvicina Williams, ma è sempre lui, Michal Sokolowski, a tagliare sulla linea di fondo e a concretizzare altri 2 punti servito bene da Imbrò (32-39). I due team vanno negli spogliatoi dopo una serie di liberi per Saunders e Browne da una parte e Imbrò dall’altra – sul punteggio di 36-41 a favore di Treviso Basket.

TERZO QUARTO
Uno degli uomini della partita in questa ottima prestazione corale di TVB è senza dubbio Sokolowski che apre il terzo quarto con un bel gancio per il 36-43. A una tripla di Maye risponde sempre Sokolowski (17 punti per lui), firmando il 39-46. Logan realizza dalla lunga distanza, portando i suoi a +10 (39-49). Trento piazza l’ennesimo parziale della partita (per il 46-49), con un 7-0 firmato Saunders, Williams e Maye – che però subisce una stoppata di Akele. Quest’ultimo, poi, riallunga con un canestro servito da una bellissima palla di Mekowulu. Russell con la rubata e altri 2 punti porta i suoi 46-53, ma Williams non ci sta e realizza per il 48-53. Mekowulu stoppa lo stesso Williams e nonostante la serie di errori da una parte e dall’altra riesce a realizzare con il gancio per il 48-55. La formazione di coach Brienza torna a punire dalla lunga distanza e con le triple di Maye e Saunders si riporta a -1 (54-55). Akele, però, servito in maniera incredibile da capitan Imbrò segna il 54-57 per chiudere il quarto.

QUARTO QUARTO
L’inerzia nell’apertura di quarto quarto sembra essere tutta dalla parte di Trento, che con la tripla di Morgan pareggia a quota 57. Pascolo dopo la stoppata su Chillo cavalca il momento e realizza il canestro del sorpasso (59-57). Il professore David Logan sale in cattedra e guadagna i due liberi per riportare il punteggio pari, 59-59. L’intensità è veramente alta e Williams riesce a conquistare il canestro del 61-59 in mezzo al traffico. Logan d’esperienza stoppa Saunders e Chillo converte prima la tripla e poi il canestro da 2 punti per il 61-64, con un’altra partita di grande impatto. Sempre Williams riavvicina i suoi, ma Mekowulu schiaccia il 63-66. Chillo è on fire e realizza il secondo canestro da 3 punti per il 63-69. Imbrò con un’azione fondamentale segna e subisce il quinto fallo di Forray, convertendo il libero del 63-72. Browne d’orgoglio segna il -7, ma Russell con 2 liberi riallunga 65-74. Torna a segnare Pascolo e a Williams viene convalidato un canestro per il 69-74, ma Logan realizza i 2 punti per nuovo +7. A 1 minuto e 15 secondi dalla fine della partita Mekowulu piazza la terza stoppata della sua gara su Gary Browne, che però l’azione successiva guadagna il giro in lunetta che permette a Trento di raggiungere il 71-76. David Logan realizza una tripla fondamentale allo scadere dei 24 secondi. Il finale di partita fa tremare TVB, con il quinto canestro da 3 di Morgan (74-79) e la palla recuperata da Trento sulla rimessa. La formazione di casa, però, non riesce a concretizzare e Chillo conquista il rimbalzo più importante della partita, subendo fallo e realizzando i 2 liberi del 74-80. Browne cerca e segna il canestro veloce per il 76-80, ma Logan scrive la parola fine realizzando il 76-82.

 

La De’ Longhi Treviso Basket apre, quindi, il girone di ritorno con una bella vittoria, portandosi a 14 punti (7 vittorie, 8 sconfitte). Tornerà in campo domenica 24 gennaio alle ore 12, per la sfida al Palaverde con i “primi della classe” dell’Olimpia Milano.

Foto Credits: Ciamillo