UNA TVB INCOMPLETA CEDE ANCHE A REGGIO EMILIA 90-83

UNAHOTELS REGGIO EMILIA – NUTRIBULLET TREVISO BASKET 90-83

UNAHOTELS REGGIO EMILIA: Weber 12 (3-6, 1-3), Galloway 29 (3-4, 7-16), Vitali 4 (0-1, 1-2), Hervey 22 (5-8, 2-4), Faye 2 (1-2); Smith 11 (3-7, 1-4), Atkins 6 (2-5, 0-1), Grant 4 (1-1, 0-2), Chillo. Ne: Camara G.A., Uglietti, Cipolla. All.: Priftis

NUTRIBULLET TREVISO BASKET: Booker 9 (3-6, 0-3), Harrison 21 (3-4, 3-7), Young 17 (3-6, 3-10), Allen 24 (5-8, 2-7), Paulicap 0 (0-2); Torresani 3 (1-1, 0-1), Faggian 0 (0-1, 0-1), Mezzanotte 6 (1-3, 0-1), Camara G. 3 (1-2). Ne: Tadiotto, Zanelli, Scandiuzzi. All.: Vitucci

ARBITRI: Begnis, Perciavalle, Galasso

NOTE: parziali 26-23, 46-43, 69-58. T.l.: R 18/25, T 25/32. Da 2: R 12/32, T 17/33. Da 3: R 18/34, T 8/30. Rimbalzi: R 43 (12 off., Hervey 10), T 36 (8 off., Young 8). Assist: R 16 (Weber 6), T 10. Perse: R 15 (Weber 7), T 13 (Booker 4). Recuperi: R 11, T 8. F. tecnico: Priftis al 9’48” (26-22), panchina TV 18’49” (45-39), Vitali al 22’53” (53-46). 5 falli: Booker con tecnico al 35’31” (77-71).

Per la quinta giornata di SerieA il calendario vede la Nutribullet Treviso Basket a Reggio Emilia, contro una Unahotels reduce da una grande vittoria in trasferta sul campo di Cremona. Coach Vitucci, oltre a Bowman, out per un infortunio alla mano, deve fare a meno anche di capitan Zanelli, indisponibile dell’ultimo minuto.

Coach Priftis schiera nel quintetto di partenza Vitali, Galloway, Faye, Hervey e Weber; Frank Vitucci risponde con il consueto starting five composto da Booker, Harrison, Young, Allen e Paulicap

L’energia dei biancocelesti è quella giusta: tripla di Harrison e stoppata di Paulicap per iniziare il match! Anche Reggio però è in fiducia e inizia un botta e risposta dalla lunga distanza che vede protagonisti Terry Allen, Michele Vitali e KJ Hervey: dopo 3’ è 9-10 TVB. I viaggi in lunetta di Harrison e Booker portano Treviso sul +5. La sfida continua su ritmi altissimi con canestri da una parte e dall’altra, ma un parziario di 5-0 della Unahotels induce Vitucci a fermare la gara. Iniziano i cambi: per TVB entrano Torresani, Mezzanotte e Camara, per Reggio Emilia uno degli ex di giornata, Matteo Chillo. Galloway mostra tutta la sua classe ma nel finale di quarto un canestro di Mezzanotte e un libero Young fissano il punteggio sul 26-23.

Langston Galloway piazza la quarta tripla della sua gara (7/11 da 3 di squadra per Reggio a questo punto), ma Treviso c’è e con Harrison e Camara resta in scia. Atkins e Weber muovono il punteggio e la tripla di Jamar Smith segna un parziale di 11-4 che porta Vitucci a chiamare timeout. Terry Allen ne mette altri 3 e James Young dà un bel segnale subendo fallo in attacco; a metà secondo periodo è -8. La Unahotels prova a scappare ma Terry Allen è scatenato e sale rapidamente a quota 16. La scossa data dal Texano fa effetto anche su Young che in transizione infila la tripla del 42-39! Gli Emiliani però riprendono rapidamente il filo del discorso e con un paio di recuperi, sfruttando anche un tecnico alla panchina di TVB, tornano sul +7. A fermare il parziale è ancora Allen e il coast to coast di Booker, proprio sulla sirena, manda le squadre negli spogliatoi sul 46-43.

Hervey e Weber aprono il secondo tempo e Reggio Emilia scappa in un amen sul +10. La risposta arriva da James Young che con grande personalità colpisce dalla punta! Il controparziale continua dalla lunetta con Booker (fallo tecnico a Vitali), Camara e Young: dopo 4’ è -4 (53-49). La Unahotels si rimette in moto a cronometro fermo, ma attenzione perché si è acceso Young e con la seconda bomba personale è -3. Galloway si rimette al lavoro ma sono Harrison e Young (salito a quota 15) a tenere lì TVB. Treviso lotta con orgoglio ma Galloway (26 punti al 30’) è inarrestabile e il terzo quarto termina 69-58.

Continua la battaglia: la Unahotels prova ripetutamente a scappare ma Treviso non ci sta. Ogni tentativo di rimonta dei biancocelesti è però stoppato da Hervey. D’Angelo Harrison prova a caricarsi la squadra sulle spalle, a 3’ minuti dalla sirena finale è 83-76. Dalla lunetta Harrison piazza il -5, nella volata finale però Reggio Emilia ne ha di più: al PalaBigi finisce 90-83.