UNDER 16 ECCELLENZA, TORNEO DI PARENZO

Si può ritenere molto soddisfatto coach Novello per l’esito del torneo svolto a Parenzo in Croazia tra il 26 e il 29 dicembre. Innanzitutto è stato un ottimo stimolo per far allenare i ragazzi anche nel periodo natalizio, e la presenza di tutti e 14 gli atleti ha sottolineato l’impegno e la dedizione che la squadra ha verso questo magnifico sport.

Il torneo si apre con una partita relativamente facile per i nostri ragazzi, dove trovano la Pallacanestro Pietrasanta, il match si chiude 7-77 per i bianco-blu. Incontro ben più complicato e complesso è contro Bluceleste, squadra molto attrezzata che da del filo da torcere ai trevigiani. Per i primi tre quarti la squadra veneta si trova ad inseguire, ma con grande spirito di squadra riescono nella rimonta e firmano il sorpasso a pochi minuti dalla fine del match. L’incontro si chiude 51-55 per la corazzata trevigiana che grazie a questo sudato risultato chiude il girone in prima posizione.

Nella prima partita delle fasi finali Treviso incontra la squadra croata di Ghia Staff, ragazzi molto alti e fisici, e proprio per questo coach Novello vede nella velocità e nei contropiedi una buona soluzione per chiudere positivamente il match che come nelle sue previsione si conclude 56-21. Dopo poche ore però i ragazzi hanno dovuto giocare la semifinale contro Sava, una squadra serba molto fisica ed attrezzata. Treviso stanca e affaticata per la partita giocata poco prima non riesce a sovrastare gli avversari, e nel finale non hanno la lucidità per portare a casa  il pass per la finale del primo posto. Treviso perde quindi 46-41. Nella finale per il terzo-quarto posto i ragazzi non si fanno trovare impreparati e dopo aver combattuto per 3 quarti riescono a prendere le distanze da Fosombrone e chiude l’incontro con il punteggio di 43-55, si posizionano quindi in terza posizione!

Le parole di coach Novello post torneo: ‘sono molto contento, resta un po di amarezza per la semifinale persa di pochi punti, ma i ragazzi hanno dimostrato di avere una buona solidità mentale, da qui bisognerà crescere e lavorare molto in  palestra, ora ricomincia il campionato e bisogna dare sempre il 100% per portare a casa buoni risultati.’